Lettera del Presidente

“Io vi vorrei pregare quanto posso, caro signore, di aver pazienza verso quanto non è ancora risolto nel vostro cuore, e tentare di aver care le domande stesse come stanze serrate e libri scritti in una lingua molto straniera. Non cercate ora risposte che non possono venirvi date perché non le potreste vivere. Di questo si tratta, di vivere tutto. Vivete ora le domande. Forse v’insinuate così a poco a poco, senz’avvertirlo a vivere un giorno lontano le risposte.”
Rainer Maria Rilke

Carissimi amici,


Le circostanze della vita quest’anno ci impediscono di incontrarci personalmente nell’annuale Assemblea dei Soci iscritti alla nostra Associazione, in cui abbiamo sempre fatto il punto della strada percorsa nell’ultimo anno ed insieme all’assolvimento degli obblighi associativi di approvazione del bilancio, ci lanciavamo nell’ipotesi delle nostre prossime iniziative.

L’Assemblea era anche l’occasione per rinnovare l’adesione all’Associazione versando la quota associativa; quest’anno sarà possibile farlo solo quando ci potremo rivedere, oppure da subito utilizzando le modalità che vi ricordo a fine lettera.


Non posso quindi neanche abbracciarvi uno ad uno, per ringraziarvi del vostro prezioso aiuto che anche quest’ anno avete voluto darci, per l’affetto fedele e operoso che dimostrate nei confronti della nostra Associazione.


Quest’anno al termine della bellissima mostra su Madre Teresa di Calcutta abbiamo constatato un’altra volta (ed ogni anno un po’ di più), che questo gesto ormai ci sorprende sempre, perché quello che sperimentiamo è sempre di più di quello che ci aspettiamo.


Ormai da dodici anni cerchiamo con semplicità, ma curando ogni particolare, di fare una “cosa” bella, non facendoci frenare dai nostri limiti, dai nostri difetti, dalle nostre preoccupazioni, ma costantemente tesi a fare in modo che innanzitutto emerga e venga comunicato quello che abbiamo di più caro e ci costituisce: l’incontro con Gesù vivo.


Vivere con questa certezza, è sicuramente frutto di un aiuto vicendevole, che in questa occasione emerge in modo evidente, ma ancora di più è il dono che riceviamo per la sequela che facciamo alla compagnia in cui Gesù ci ha messo, il Movimento, che è la casa che dobbiamo desiderare di abitare sempre di più.


La vita che urge con tutti i problemi, diventa il luogo in cui impariamo a diventare veramente amici, cioè compagni al destino buono che Dio ha pensato per ciascuno di noi e per tutti quelli che incontriamo.

Cologno Monzese, lì 02 Maggio 2020

Il Presidente
Paolo Mazzoni

QUI trovi le informazioni per il rinnovo dell’iscrizione o per una nuova iscrizione

QUI trovi le informazioni e le indicazioni pratiche per le donazioni alla nostra associazione

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...